Ultima modifica: 23 Dicembre 2019
> Segreteria > Iscrizioni > Criteri di precedenza

Criteri di precedenza

Per quanto riguarda le domande di iscrizione alla scuola primaria siete fortemente invitati ad indicare oltre alla prima opzione di scuola, anche la seconda e terza opzione di scuola. Le domande che non conterranno la seconda o la terza opzione verranno prese in considerazione dopo che avranno trovato una collocazione le domande (presentate anche presso altre Istituzioni Scolastiche) che hanno indicato tutte e tre le opzioni, come chiaramente specificato nel Regolamento di Circolo all’articolo 23 come di seguito riportato.

 

art. 23 Criteri relativi alle priorità per quanto riguarda l’accettazione delle domande di iscrizione, attivazione tempi scuola, formazione delle sezioni/classi e criteri di depennamento dall’iscrizione alla scuola dell’infanzia in corso d’anno

 

  1. Commissione Valutazione domande d’iscrizione

 

La Commissione è così costituita:

  • Il Dirigente Scolastico o un suo delegato
  • 1 insegnante di scuola d’infanzia scelto tra i componenti del C.d.C.
  • 2 insegnanti di scuola primaria scelti tra i componenti del C.d.C.
  • 3 genitori membri del C.d.C.

 

  1. Minori con accesso prioritario

 

Per assicurare un equilibrato svolgimento delle attività didattico educative in ogni sezione di scuola dell’infanzia o classe di scuola primaria, compatibilmente alle richieste inoltrate, si cercherà di inserire, di norma, non più di due bambini con disabilità certificata (ai sensi della legge 104/1992) per sezione di scuola dell’infanzia o per classe di scuola primaria. Per quanto riguarda la priorità dell’inserimento di questi alunni si seguiranno i seguenti criteri nell’ordine indicato:

  1. Gli alunni con disabilità certificata ai sensi della legge 104/1992, il cui nucleo famigliare è residente/domiciliato presso lo stradario (si veda allegato alla presente regolamento) della scuola presso la quale si presenta la domanda di iscrizione come prima scelta, avranno la priorità, limitatamente alla scelta della scuola, rispetto a tutti gli altri alunni.
  2. Nel caso le domande di iscrizione degli alunni il cui nucleo famigliare è residente/domiciliato presso lo stradario della scuola non esauriscano tutti i posti disponibili (tenuto conto del limite del numero degli alunni come indicato al comma 3 del presente articolo e del limite del numero degli alunni in situazione di disabilità come all’inizio del presente comma) potranno essere accolte ulteriori domande di iscrizione, in tal caso, avranno la priorità, limitatamente alla scelta della scuola, gli alunni in situazione di disabilità aventi dei fratelli attualmente frequentanti fino al penultimo anno della scuola per la quale si presenta la domanda.
  3. Nel caso le domande di iscrizione degli alunni il cui nucleo famigliare è residente/domiciliato presso lo stradario della scuola sommate a quelle degli alunni in situazione di disabilità aventi dei fratelli attualmente frequentanti fino al penultimo anno della scuola per la quale si presenta la domanda non esauriscano tutti i posti disponibili (tenuto conto del limite del numero degli alunni come indicato al comma 3 del presente articolo e del limite del numero degli alunni in situazione di disabilità come all’inizio del presente comma) potranno essere accolte ulteriori domande di iscrizione, in tal caso, avranno la priorità, limitatamente alla scelta della scuola, gli alunni in situazione di disabilità il cui nucleo famigliare è residente/domiciliato presso lo stradario del Circolo Didattico 6 Rimini.
  4. Nel caso le domande di iscrizione degli alunni il cui nucleo famigliare è residente/domiciliato presso lo stradario del Circolo Didattico 6 Rimini sommate a quelle degli alunni aventi dei fratelli attualmente frequentanti fino al penultimo anno della scuola per la quale si presenta la domanda non esauriscano tutti i posti disponibili (tenuto conto del limite del numero degli alunni come indicato al comma 3 del presente articolo e del limite del numero degli alunni in situazione di disabilità come all’inizio del presente comma) potranno essere accolte ulteriori domande di iscrizione, in tal caso, avranno la priorità, limitatamente alla scelta della scuola, gli alunni in situazione di disabilità per i quali almeno uno dei genitori ha sede lavorativa presso lo stradario della scuola in cui si presenta domanda di iscrizione.
  5. Nel caso le domande di iscrizione degli alunni il cui nucleo famigliare è residente/domiciliato presso lo stradario del Circolo Didattico 6 Rimini sommate a quelle degli alunni aventi dei fratelli attualmente frequentanti fino al penultimo anno della scuola per la quale si presenta la domanda non esauriscano tutti i posti disponibili (tenuto conto del limite del numero degli alunni come indicato al comma 3 del presente articolo e del limite del numero degli alunni in situazione di disabilità come all’inizio del presente comma) potranno essere accolte ulteriori domande di iscrizione, in tal caso, avranno la priorità, limitatamente alla scelta della scuola, gli alunni in situazione di disabilità per i quali almeno uno dei nonni ha la residenza/domicilio presso lo stradario della scuola in cui si presenta domanda di iscrizione.
  6. Nel caso in cui le domande di iscrizione degli alunni che hanno dei punti riferiti alla lettera “a” del comma 5 per le domande di iscrizione alla scuola dell’infanzia o alla lettera “a” del comma 6 per le domande di iscrizione alla scuola primaria non esauriscano i posti disponibili (tenuto conto del limite del numero degli alunni come indicato al comma 3 del presente articolo e del limite degli alunni in situazione di disabilità come all’inizio del presente comma) gli alunni in situazione di disabilità certificata avranno la priorità rispetto agli altri alunni in graduatoria.

 

Rispetto ai criteri di precedenza di cui sopra, nel caso di richiesta di iscrizione da parte di 3 o più alunni in situazione di disabilità, la precedenza relativa tra gli stessi verrà stabilita in base ai criteri riportati nei paragrafi “Criteri per stabilire la precedenza nel caso di eccedenza del numero di iscrizioni nelle sezioni della scuola dell’infanzia” e “Criteri per stabilire la precedenza nel caso di eccedenza del numero di iscrizioni nelle classi prime di scuola primaria, indipendentemente dal Tempo Scuola indicato nella domanda di iscrizione (limitatamente alle domande presentate alle scuole indicate come prime opzioni)” dell’allegato 6.

 

Per quanto riguarda la scelta del tempo scuola verrà riconosciuta una priorità agli alunni in situazione di disabilità certificata solamente nei casi in cui:

 

  • Il medico dell’A.U.S.L. di competenza e incaricato a seguire il caso faccia esplicito riferimento, per motivi di carattere didattico ed educativo allo specifico tempo scuola richiesto
  • Nel caso di “gravità funzionale certificata” e di richiesta di “Tempo pieno” (vista la particolarità di questo modello orario), sia presente nella certificazione la richiesta della presenza di un educatore, e il medico dell’ASL di competenza e incaricato a seguire il caso dichiari di richiedere al “tavolo tecnico” almeno 20 ore settimanali di educatore.

 

Viene altresì riconosciuto l’accesso prioritario ai minori in situazione di grave disagio familiare solamente nel caso in cui sia la tutela Minori a richiedere espressamente l’iscrizione in una delle scuole del Circolo Didattico 6 Rimini e comunque nei limiti di un posto per ciascuna delle sezioni classi presenti. Nel caso che il numero di segnalazioni ecceda i posti riservati la scuola chiederà alla Tutela Minori di indicare i casi che hanno diritto di priorità.

 

  1. Numero massimo di sezioni/classi.Numero massimo di alunni per sezione/classe

Considerati gli spazi presenti nei vari plessi si costituiranno nella scuola dell’infanzia “Albero dei bambini” non più di 3 sezioni, nella scuola dell’infanzia “La Capriola” non più di 2 sezioni, nella scuola dell’infanzia “La Gabbianella” non più di 4 sezioni, nella scuola primaria “Gaiofana” non più di 1 classe prima (a tempo pieno, se richiesta dalla maggior parte degli iscritti), nella scuola primaria “G. B. Casti” non più di 3 classi prime (di cui non più di 1 a tempo pieno), nella scuola primaria “G. Rodari” non più di 2 classi prime (di cui non più di 1 a tempo pieno), nella scuola primaria “Villaggio 1° Maggio” non più di 3 classi prime (di cui non più di 1 a tempo pieno).

Il numero massimo di alunni per sezione/classe verrà valutato caso per caso tenendo conto sia della capienza delle aule, sia della presenza di bambini in situazione di grave disagio, sia con certificazione (in base alla Legge 104/1992), in questi ultimi due casi il numero non potrà comunque essere superiore a 24 per quanto riguarda le sezioni di scuola dell’infanzia e non potrà comunque essere superiore a 23 per quanto riguarda le classi di scuola primaria.

Il numero di alunni per classe della scuola primaria non potrà essere superiore a 26, il limite di 26 alunni potrà essere superato, non valicando comunque i limiti di affollamento delle aule previsto dalla normativa vigente in materia di sicurezza, solamente nei casi in cui un alunno residente nello stradario del Circolo didattico non trovi collocazione in nessuna delle classi di questa Istituzione scolastica, indipendentemente dal modello orario richiesto. Per questioni pedagogiche e didattiche e strutturali, il numero di alunni per sezione della scuola dell’infanzia “La Gabbianella” non potrà essere superiore a 28,il numero di alunni per sezione della scuola dell’infanzia “La Capriola” non potrà essere superiore a 24, il numero di alunni in due sezioni della scuola dell’infanzia “Albero dei bambini” non potrà essere superiore a 18 e in una sezione non potrà eccedere il numero di 23.

 

  1. Formazione delle sezioni/classi

Le insegnanti e il Dirigente Scolastico provvederanno a suddividere gli alunni ammessi alla frequenza delle diverse sezioni/classi del Circolo nell’ottica della creazione di gruppi equilibrati per numero, età, genere e condizione degli alunni. La scuola cercherà di acquisire conoscenza dei dati più significativi al fine di raggiungere tale scopo: gli elementi informativi provengono dagli organismi socio-sanitari dell’A.U.S.L., o dagli operatori delle scuole dell’infanzia (per quanto riguarda la formazione delle classi prime di scuola primaria) o dalle famiglie stesse degli alunni.

Nel caso nella medesima scuola dell’infanzia siano presenti due fratelli verranno messi in sezioni diverse ad eccezione di gravi e documentate motivazioni.

Per quanto riguarda la formazioni delle classi prime di scuola primaria si cercherà di far sì che ci sia almeno un gruppo di 3 bambini provenienti dalla stessa scuola dell’infanzia.

Ai fini dell’assegnazione alle varie classi degli alunni ripetenti o provenienti da altre scuole all’inizio o nel corso dell’anno scolastico, il Consiglio di Circolo indica i seguenti criteri:

  • Prioritariamente vengono esaminati e confrontati i dati oggettivi di ricettività delle classi interessate all’iscrizione dei nuovi alunni, al fine di non appesantire le classi o vanificare eventuali operazioni di recupero in atto
  • A parità di condizioni pedagogiche – didattiche vengono assegnati alternativamente i nuovi alunni alle classi con minor numero di iscritti fino al pareggio numerico fra le varie sezioni.

 

I criteri di precedenza sono esplicitati nell’allegato 6 (di seguito riportato)

Lo stradario relativo ai plessi del Circolo si trova nell’allegato 7

Nella formulazione dei criteri si è tenuto conto degli stradari dei vari plessi e delle esigenze familiari espresse nelle domande di iscrizione alla scuola d’Infanzia e alla Primaria. Per la scuola Primaria, inoltre, sono state stabilitenorme di priorità per l’accesso al Tempo Pieno. Alla enunciazione dei criteri ha lavorato un’apposita Commissione formata da genitori e insegnanti dei vari ordini di scuola che è stata presieduta dal Dirigente Scolastico. Il documento ha subito successive modifiche ed integrazioni che sono state proposte dalla Commissione al Consiglio di Circolo e attentamente vagliate dai membri del Consiglio stesso.

 

  1. Valutazione delle seconde e terze opzioni nelle domande di iscrizione alla scuola primaria. Valutazione delle domande di iscrizione che non hanno indicato una seconda e/o terza opzione o che non sono state accolte nelle scuole primarie indicate nelle opzioni. Valutazione delle domande di iscrizione alla scuola primaria arrivare tardivamente rispetto alla data di scadenza per le iscrizioni come indicata nella circolare ministeriale.

Una volta valutate le domande di iscrizione alla scuola primaria rispetto alla prima opzione indicata, avendo tenuto in considerazione i criteri indicati al presente articolo e all’allegato 6, si procederà all’accoglimento delle stesse fino alla capienza prevista per le singole classi, così come indicato al comma 3 del presente articolo e al paragrafo “Procedura da seguire per determinare le domande di iscrizione alla scuola primaria accettate e quali sono i Tempi Scuola attivati” dell’allegato 6. Le domande eccedenti verranno inoltrate, secondo una tempistica concordata possibilmente con le altre scuole del territorio e nel rispetto delle indicazioni ministeriali, alle scuole indicate come seconde opzioni. Nel caso ci siano domande che non abbiano indicato una seconda opzione si attenderà che le scuole del territorio abbiano trovato una collocazione alle domande contenenti una seconda o una terza opzione, dopo di che si cercherà una scuola del territorio che ha ancora disponibilità.

Sempre secondo un calendario concordato possibilmente con le altre scuole del territorio si riceveranno dapprima le domande (presentate presso il Circolo Didattico 6 Rimini o presso un’altra Istituzione Scolastica) in cui una delle scuole del Circolo Didattico 6 Rimini è stata indicata come seconda opzione e poi quelle in cui è stata indicata come terza opzione. Nel caso la scuola indicata non abbia disponibilità di accoglienza la domanda verrà inoltrata alla scuola indicata come terza opzione, oppure nel caso non abbiano indicato una terza opzione si inoltrerà la domanda alla scuola che ha competenza a trattare la stessa affinché, dopo che le scuole del territorio abbiano trovato una collocazione alle domande contenenti una terza opzione, si cerchi una scuola del territorio che ha ancora disponibilità. Nel caso, invece, che la scuola indicata abbia ancora disponibilità ad accogliere altre domande, se le domande pervenute sono in numero inferiore o uguale alla disponibilità verranno chiaramente accolte, se saranno invece superiori si procederà come di seguito indicato.

 

Considerata l’impossibilità di applicare integralmente i criteri così come indicati nell’allegato 6, dato che non in tutte le domande di iscrizione, presentate come prima opzione ad altre scuole, sono contenute le informazioni necessarie per applicare i criteri previsti, si raggrupperanno le domande nel seguente modo:

Gruppo 1: domande di iscrizione riferite ai minori che abitano nello stradario della scuola indicata (come da allegato 7);

Gruppo 2: domande di iscrizione riferite ai minori che abitano nello stradario di una scuola del Circolo Didattico 6 Rimini (come da allegato 7) diversa dalla scuola indicata;

Gruppo 3: domande di iscrizione riferite ai minori che abitano nello stradario di un’altra scuola presente nel territorio del comune di Rimini;

Gruppo 4: domande di iscrizione riferite ai minori che abitano fuori dal comune di Rimini.

Prima verranno prese in considerazione le domande del gruppo 1, poi le domande del gruppo 2, poi le domande del gruppo 3 e infine le domande del gruppo 4. Nel caso in cui le domande presenti nel gruppo di riferimento siano in numero inferiore o uguale alla disponibilità verranno chiaramente accolte, se saranno invece superiori si procederà al sorteggio.

 

In modo analogo a quanto indicato per le domande che perverranno come seconda opzione si procederà alla valutazione delle domande che perverranno come terza opzione.

 

Dopo di che si valuteranno le eventuali domande di competenza del Circolo Didattico 6 di Rimini che non avranno trovato collocazione in nessuna delle scuole indicate nelle opzioni.

Solo dopo che le scuole del territorio avranno collocato tutte le domande pervenute entro la data prevista per le iscrizioni, in base a quanto indicato nella circolare ministeriale, si procederà a prendere in considerazione, le domande sopraggiunte tardivamente, tenendo come criterio di precedenza il solo ordine temporale di presentazione della domanda.

 

  1. Criteri per la cancellazione degli alunni della scuola dell’infanzia dall’elenco degli scritti per prolungata ingiustificata assenza o irregolare frequenza del minore

Una irregolare frequenza ingiustificata del tempo scuola così come scelto all’atto di iscrizione e organizzato dall’istituzione scolastica, consentirà motivo sufficiente per la cancellazione d’ufficio da parte della scuola dell’alunno dall’elenco degli iscritti, per tutelare l’interesse pubblico e consentire l’accesso ad altri bambini in lista d’attesa.

Per irregolare frequenza si intende il verificarsi di uno dei seguenti casi:

– assenza continua da scuola per almeno 15 giorni;

– assenza da scuola, anche in modo discontinuo, per almeno un 50% dei giorni di attività didattica all’interno di un periodo di 30 giorni;

– protrarsi di situazioni di ingresso in ritardo o di uscite anticipate, al di fuori dei tempi previsti per l’ingresso e l’uscita.

Per evitare che le situazioni di cui sopra si configurino come ingiustificate, le famiglie sono tenute, in presenza di gravi motivi che possano precludere una regolare frequenza scolastica, ad avvisare anticipatamente la scuola mandando comunicazione scritta alla segreteria, all’attenzione del Dirigete Scolastico, con allegata la relativa documentazione a giustificazione della irregolarità della frequenza.

I docenti di sezione, dopo un preventivo contatto con la famiglia, dovranno far pervenire tempestivamente al Dirigente Scolastico le segnalazioni relative alla ingiustificate situazioni di frequenza irregolare o abbandono della scuola d’Infanzia, affinché si possano effettuare ulteriori accertamenti e valutare il configurarsi della necessità di procedere alla cancellazione d’ufficio da parte della scuola dell’alunno dall’elenco degli iscritti.

 

 

 

ALLEGATO 6

CRITERI PER STABILIRE LA PRECEDENZA IN CASO DI ECCEDENZA DEL NUMERO DI ISCRIZIONI

 

Criteri per stabilire la precedenza nel caso di eccedenza del numero di iscrizioni nelle sezioni della scuola dell’infanzia

Viene garantita la priorità a coloro che sono già iscritti nella scuola dell’infanzia e che confermano la propria iscrizione anche per l’anno scolastico successivo.

In seconda battuta vengono prese in considerazione le domande di trasferimento tra due scuole dell’infanzia entrambe appartenenti al Circolo Didattico 6 di Rimini. Tali passaggi sono concessi solo per gravi e documentati motivi o in presenza di fratelli che frequentano la medesima scuola dell’infanzia o la scuola primaria associata come di seguito indicato:

– “Albero dei bambini” è abbinata alla “G. Rodari”

– “La Capriola” è abbinata alla “G. B. Casti”

– “La Gabbianella” è abbinata alla “Villaggio 1° Maggio” e alla “Gaiofana”.

Poi vengono prese in esame le nuove domande di iscrizione presentate entro i termini previsti dalla Circolare Ministeriale ad esse inerente. Per ogni scuola dell’infanzia verrà redatta una graduatoria in base ai punteggi indicati di seguito. A parità di punteggio avranno precedenza i bambini nati prima (anno – mese – giorno), ed in caso di ulteriore parità si procederà al sorteggio. In caso di dichiarazioni mendaci le domande prodotte verranno collocate in coda alla graduatoria. Le domande pervenute oltre la data di fine iscrizioni (così come indicata sulla Circolare Ministeriale dell’anno in corso su questa materia) verranno poste in fondo alla graduatoria.

L’eventuale lista di attesa, che si formerà al termine del processo di accettazione delle domande di iscrizione presso le scuole aderenti alla Convenzione con il Comune di Rimini in materia di iscrizioni alla scuola dell’infanzia, rimarrà in vigore fino al 31 dicembre dell’anno in cui si presenta la domanda, dopo tale data eventuali posti che si dovessero rendere disponibili rimarranno tali senza che si proceda a surroghe.

 

Situazione Anticipatari

Ai Sensi dell’art. 2 del D.P.R. 20 Marzo 2009, n.894, possono essere iscritti alle scuole dell’Infanzia i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 31 dicembre dell’anno in cui si presenta domanda. Possono altresì essere iscritti i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 Aprile dell’anno successivo a quello in cui si presenta domanda.

Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla scuola dell’infanzia di bambini che compiono i tre anni di età successivamente al 30 Aprile dell’anno successivo a quello in cui si presenta la domanda. Qualora il numero delle domande di iscrizione sia superiore al numero dei posti complessivamente disponibili, hanno precedenza le domande relative a coloro che compiono tre anni di età entro il 31 dicembre dell’anno in cui si presenta domanda, tenendo anche conto dei criteri di preferenza definiti dal Consiglio di Istituto della scuola prescelta.

In caso di eccedenza del numero di iscrizioni alle scuole dell’infanzia di alunni nelle fasce di età sopraindicate (compimento terzo anno entro il 31 Dicembre dell’anno in cui si presenta la domanda o, successivamente, entro la data del 30 Aprile dell’anno successivo a quello in cui si presenta la domanda), si procederà secondo le seguenti modalità:

  • Inizialmente verranno prese in esame le domande di coloro che compiono il terzo anno di età entro il 31 Dicembre dell’anno in cui si presenta la domanda, valutando, per ogni singola richiesta, la posizione ottenuta nelle distinte graduatorie delle scuole dell’infanzia. A parità di punteggio avranno precedenza i bambini nati prima, ed in caso di ulteriore parità si procederà al sorteggio.
  • nel caso si esaurisca, in una delle scuole dell’infanzia, la graduatoria così formulata e risultino ancora posti liberi, prima di prendere in esame le richieste di coloro che compiranno il terzo anno di età tra il 1 Gennaio e il 30 Aprile dell’anno successivo a quello in cui si presenta la domanda, verrà redatta una graduatoria costituita da coloro che hanno presentato richiesta nelle rimanenti due scuole dell’Infanzia del Circolo, che compiranno il terzo anno di età entro il 31 Dicembre dell’anno in cui si presenta la domanda, e che non hanno ancora trovato una collocazione. Per la realizzazione della graduatoria unica si considereranno le posizioni ottenute dai richiedenti per effetto del calcolo della media dei punti attribuiti nelle graduatorie riferite alle scuole dell’infanzia del Circolo in cui hanno presentato domanda. A parità di punteggio avranno precedenza i bambini nati prima, ed in caso di ulteriore parità si procederà al sorteggio.
  • Una volta esaurite le richieste di coloro che compiono il terzo anno di età entro il 31 Dicembre dell’anno in cui si presenta la domanda, si prenderanno in considerazione quelle presentate in ogni singola scuola dell’infanzia, di coloro che compiranno il terzo anno di età tra il 1 Gennaio e il 30 Aprile dell’anno successivo a quello in cui si presenta la domanda. A parità di punteggio avranno precedenza i bambini nati prima, ed in caso di ulteriore parità si procederà al sorteggio. Una volta esaurita la graduatoria di una singola scuola, verrà redatta una graduatoria costituita da coloro che hanno fatto richiesta di iscrizione nelle rimanenti due scuole dell’Infanzia del Circolo, che compiranno il terzo anno di età tra il 1 Gennaio e il 30 Aprile dell’anno successivo a quello in cui si presenta la domanda e che non hanno ancora trovato una collocazione. Per la realizzazione della graduatoria unica si considereranno le posizioni ottenute dai richiedenti per effetto del calcolo della media dei punti attribuiti nelle graduatorie di precedente inserimento, riferite alle scuole dell’infanzia del Circolo in cui hanno presentato domanda. A parità di punteggio avranno precedenza i bambini nati prima, ed in caso di ulteriore parità si procederà al sorteggio.

a. Punteggi attribuiti in base alla residenza/domicilio (si veda stradario presente nell’allegato 7). I punteggi dei 3 gruppi (A1, A2 e A3) non possono essere sommati, pertanto si prenderanno in considerazione o quelli del gruppo A1 o quelli del gruppo A2 o quelli del gruppo 3. Per quanto concerne i punteggi del gruppo A1 si prenderà in considerazione la residenza/domicilio del nucleo familiare o del legale affidatario presso il quale il minore abita o comunque è previsto che trascorra il maggior numero di giorni settimanali di scuola.

 

A1 Residenza nello stradario della scuola dell’infanzia per cui si chiede l’iscrizione 100
Domicilio nello stradario della scuola dell’infanzia per cui si chiede l’iscrizione 80
Residenza nello stradario del Circolo Didattico 6 50
Domicilio nello stradario del Circolo Didattico 6 30

 

A2 Residenza/domicilio dei nonni nello stradario del Circolo Didattico 6 5
Residenza/domicilio dei nonni nello stradario della scuola dell’infanzia per cui si chiede l’iscrizione 20
A3 Sede di lavoro di almeno uno dei due genitori nello stradario del Circolo Didattico 6 5
Sede di lavoro di almeno uno dei due genitori nello stradario della scuola dell’infanzia per cui si chiede l’iscrizione 20

 

 

 b. Punteggi attribuiti in base all’età solo nel caso in cui nell’anno corrente NON si è iscritti a nessuna scuola dell’infanzia (statale, comunale, privata) presente sul territorio del Comune di Rimini

Aver compiuto 5 anni di età entro il 31/12 dell’anno corrente 10
Aver compiuto 4 anni di età entro il 31/12 dell’anno corrente 3

 

c. Punteggi attribuiti per permanenza in lista di attesa in una delle scuole dell’infanzia del Circolo

Bambino rimasto in lista d’attesa nell’anno scolastico corrente in una delle scuole dell’infanzia del Circolo 2

 

d. Punteggi attribuiti in base alla situazione del nucleo familiare

– Fratelli iscritti fino al penultimo anno alla scuola dell’infanzia per cui si chiede l’iscrizione 95
– Fratelli iscritti fino al penultimo anno di una scuola dell’infanzia del Circolo o che abbiano presentato domanda di iscrizione in una scuola primaria del Circolo

– Fratelli iscritti fino al penultimo anno di una scuola primaria del Circolo

 (Può essere indicata una sola delle situazioni precedenti e solo per un fratello, fino ad un massimo di 2 punti)

2
– Fratelli che abbiano presentato domanda di iscrizione alla scuola primaria abbinata o iscritti fino al penultimo anno della scuola primaria abbinata

“Albero dei bambini” è abbinata alla “G. Rodari”

“La Capriola” è abbinata alla “G. B. Casti”

“La Gabbianella” è abbinata alla “Villaggio 1° Maggio” e alla “Gaiofana”

 (Può essere indicata una sola delle situazioni precedenti e solo per un fratello, fino ad un massimo di 4 punti)

4
Per ogni altro figlio o minore in affido da 0 a 14 anni compiuti nell’anno corrente 2
Gravidanza in atto (Si deve allegare il certificato medico) 2
Presenza nel nucleo familiare e nello stesso stato di famiglia di un minore/adulto invalido di guerra o invalido per motivi di servizio o con invalidità civile pari o maggiore al 67% (Si deve allegare opportuna documentazione) 10
Minore in affido o in adozione (atti non superiori ad anni 2) 3
Gemelli per i quali si presenta domanda 2
Nucleo monogenitoriale che non rilevi nuove convivenze (minore orfano; minore non riconosciuto; stato di abbandono; genitore temporaneamente privo di libertà; genitore cui è stata tolta la potestà genitoriale). (Si deve allegare opportuna documentazione) 20
Nucleo monogenitoriale che non rilevi nuove convivenze: genitore residente fuori dalla Provincia di Rimini. (Si deve allegare opportuna documentazione) 10

 

Punteggi attribuiti in base alla situazione relativa ai nonni

– Nonno deceduto

– Nonno residente fuori del Comune di Rimini

– Nonno con età superiore a 75anni

– Nonno con invalidità pari o superiore al 67%

– Nonno con invalidità per causa di servizio

– Nonno invalido di guerra

– Nonno impegnato in attività lavorativa

– Nonno ospitato in una residenza sanitaria assistenziale

(Si deve allegare opportuna documentazione.

Per ognuno dei 4 nonni può essere indicata una sola delle precedenti situazioni, fino ad un massimo di 4 punti, 1 punto per ogni nonno)

1

 e. Punteggi relativi alla situazione lavorativa dei genitori o del tutore. Per ogni genitore/tutore può essere indicata una sola delle situazioni del gruppo A, una sola del gruppo B, una sola del gruppo C. Si deve allegare opportuna documentazione.

A1 Per ogni genitore studente iscritto fino al penultimo anno di corso universitario con obbligo di frequenza o tirocinante presso studi professionali 3
A2 Per ogni genitore studente iscritto all’ultimo anno di corso universitario con obbligo di frequenza 1
A3 Per ogni genitore studente iscritto fino all’ultimo anno di corso d’istruzione riqualificante o di specializzazione con obbligo di frequenza. 5
A4 Per ogni genitore che ha in essere un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata minima di 12 mesi 7
A5 Per ogni genitore che ha in essere un contratto di lavoro a tempo determinato di durata almeno semestrale 5
A6 Per ogni genitore che ha lavorato nell’anno solare precedente con contratti sommando la durata dei quali si raggiunge un minimo di 180 giorni 2
B1 Per ogni genitore che ha un lavoro a tempo parziale (part-time) che copra almeno il 50% dell’orario settimanale previsto 2
B2 Per ogni genitore che ha un lavoro a tempo pieno (full-time) 4
C1 Per ogni genitore che ha sede lavorativa fuori dal Comune di Rimini 2
C2 Per ogni genitore che ha sede lavorativa fuori dalla Provincia di Rimini 4

 

 

Criteri per stabilire la precedenza nel caso di eccedenza del numero di iscrizioni nelle classi prime di scuola primaria, indipendentemente dal Tempo Scuola indicato nella domanda di iscrizione (limitatamente alle domande presentate alle scuole indicate come prime opzioni)

Per ogni scuola primaria verrà redatta una graduatoria in base ai criteri seguenti. A parità di punteggio si procederà al sorteggio per stabilire la priorità all’interno della graduatoria. Tale graduatoria serve al fine di individuare coloro che, in base al numero di posti disponibili e indipendentemente dal modello orario indicato, si trovino in posizione utile per poter vedere accettata la propria domanda di iscrizione. Il trovarsi in posizione utile non implica l’automatica accettazione anche del modello orario indicato, in quanto andrà seguita la procedura di cui al punto dedicato. Le domande pervenute oltre la data di fine iscrizioni, così come indicato sulla Circolare Ministeriale dell’anno in corso su questa materia, verranno poste in fondo alla graduatoria.

a. Punteggi attribuiti in base alla residenza/domicilio (si veda stradario presente nell’allegato 7).

I punteggi dei 3 gruppi (A1, A2 e A3) non possono essere sommati, pertanto si prenderanno in considerazione o quelli del gruppo A1 o quelli del gruppo A2 o quelli del gruppo 3. Per quanto concerne i punteggi del gruppo A1 si prenderà in considerazione la residenza/domicilio del nucleo familiare o del legale affidatario presso il quale il minore abita o comunque è previsto che trascorra il maggior numero di giorni settimanali di scuola.

A1 Residenza nello stradario della scuola primaria per cui si chiede l’iscrizione 100
Domicilio nello stradario della scuola primaria per cui si chiede l’iscrizione 80
Residenza nello stradario del Circolo Didattico 6 50
Domicilio nello stradario del Circolo Didattico 6 30
A2 Residenza/domicilio dei nonni nello stradario del Circolo Didattico 6 5
Residenza/domicilio dei nonni nello stradario della scuola primaria per cui si chiede l’iscrizione 20
A3 Sede di lavoro di almeno uno dei due genitori nello stradario del Circolo Didattico 6 5
Sede di lavoro di almeno uno dei due genitori nello stradario della scuola primaria per cui si chiede l’iscrizione 20

 b. Punteggi attribuiti in base alla scuola dell’infanzia di provenienza

Frequentazione di una delle scuole dell’infanzia del Circolo Didattico 5
Frequentazione di una delle scuole dell’infanzia comunali/private appartenenti allo stradario del Circolo Didattico 6 5
Frequentazione della scuola dell’infanzia abbinata:

“Albero dei bambini” è abbinata alla “G. Rodari”

“La Capriola” è abbinata alla “G. B. Casti”

“La Gabbianella” è abbinata alla “Villaggio 1° Maggio” e alla “Gaiofana”

1
Frequentazione della scuola dell’infanzia privata “Cristo Re” 2

 c. Punteggi attribuiti in base alla situazione del nucleo familiare

Fratelli che sono iscritti fino al penultimo anno della scuola primaria per cui si chiede l’iscrizione 95
– Fratelli iscritti fino al penultimo anno di una scuola dell’infanzia del Circolo

– Fratelli iscritti fino al penultimo anno di una scuola primaria del Circolo
(Può essere indicata una sola delle situazioni precedenti e solo per un fratello, fino ad un massimo di 2 punti)

2
Fratelli che siano iscritti al penultimo anno della scuola dell’Infanzia abbinata:

“Albero dei bambini” è abbinata alla “G. Rodari”

“La Capriola” è abbinata alla “G. B. Casti”

“La Gabbianella” è abbinata alla “Villaggio 1° Maggio” e alla “Gaiofana”

 (Può essere indicata una sola delle situazioni precedenti e solo per un fratello, fino ad un massimo di 4 punti)

4
Gemelli per i quali si presenta domanda 2

 

Criteri per stabilire la precedenza nel caso di eccedenza del numero di richieste di Tempo Pieno iscrizione (limitatamente alle domande presentate alle scuole indicate come prime opzioni)

Per ogni scuola primaria in cui si attiverà il Tempo Pieno, una volta individuati coloro che si trovano in posizione utile per poter vedere accettata la propria domanda di iscrizione -in base alla graduatoria di cui al comma 6- e che hanno scelto il Tempo Pieno, nel caso risultino in eccedenza rispetto ai posti disponibili per questo Tempo Scuola, verrà redatta una graduatoria in base ai punteggi seguenti. A parità di punteggio si procederà al sorteggio per stabilire la priorità all’interno della graduatoria.

 

 

a. Punteggi attribuiti in base alla situazione del nucleo familiare

Minore in affido o in adozione con presentazione di adeguata documentazione (non superiori ad anni 2) 5
– Fratelli iscritti, fino al penultimo anno, alla scuola primaria per cui si chiede l’iscrizione e che frequentano il Tempo Pieno

– Fratelli che abbiano presentato domanda di iscrizione o che siano iscritti fino al penultimo anno della scuola dell’infanzia del Circolo con modello orario di 40 ore

(Può essere indicata una sola delle situazioni precedenti e solo per un fratello, fino ad un massimo di 4 punti)

4
Per ogni altro figlio o minore in affido da 0 a 14 anni compiuti nell’anno corrente 2
Gravidanza in atto (Si deve allegare il certificato medico) 2
Presenza nel nucleo familiare e nello stesso stato di famiglia di un minore/adulto invalido di guerra o invalido per motivi di servizio o con invalidità civile pari o maggiore al 67%

(Si deve allegare opportuna documentazione)

10
Nucleo monogenitoriale che non rilevi nuove convivenze (minore orfano; minore non riconosciuto; stato di abbandono; genitore temporaneamente privo di libertà; genitore cui è stata tolta la potestà genitoriale). (Si deve allegare opportuna documentazione) 20
Nucleo monogenitoriale che non rilevi nuove convivenze: genitore residente fuori dalla Provincia di Rimini.

(Si deve allegare opportuna documentazione)

10

b. Punteggi attribuiti in base alla situazione relativa ai nonni

– Nonno deceduto

– Nonno residente fuori del Comune di Rimini

– Nonno con età superiore a 75 anni

– Nonno con invalidità pari o superiore al 67%

– Nonno con invalidità per causa di servizio

– Nonno invalido di guerra

– Nonno impegnato in attività lavorativa

– Nonno ospitato in una residenza sanitaria assistenziale

(Si deve allegare opportuna documentazione.

Per ognuno dei 4 nonni può essere indicata una sola delle precedenti situazioni, fino ad un massimo di 4 punti, 1 punto per ogni nonno)

1

c. Punteggi relativi alla situazione lavorativa dei genitori o del tutore. Per ogni genitore/tutore può essere indicata una sola delle situazioni del gruppo A, una sola del gruppo B, una sola del gruppo C. Si deve allegare opportuna documentazione.

 

A1 Per ogni genitore studente iscritto fino al penultimo anno di corso universitario con obbligo di frequenza o tirocinante presso studi professionali 3
A2 Per ogni genitore studente iscritto all’ultimo anno di corso universitario con obbligo di frequenza 1
A3 Per ogni genitore studente iscritto fino all’ultimo anno di corso d’istruzione riqualificante o di specializzazione con obbligo di frequenza 5
A4 Per ogni genitore che ha in essere un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata minima di 12 mesi 7
A5 Per ogni genitore che ha in essere un contratto di lavoro a tempo determinato di durata almeno semestrale 5
A6 Per ogni genitore che ha lavorato nell’anno solare precedente con contratti sommando la durata dei quali si raggiunge un minimo di 180 giorni 2
B1 Per ogni genitore che ha un lavoro a tempo parziale (part-time) che copra almeno il 50% dell’orario settimanale previsto 2
B2 Per ogni genitore che ha un lavoro a tempo pieno (full-time) 4
C1 Per ogni genitore che ha sede lavorativa fuori dal Comune di Rimini 2
C2 Per ogni genitore che ha sede lavorativa fuori dalla Provincia di Rimini 4
D1 Per ogni genitore che ha un lavoro in orario pomeridiano (almeno 3 pomeriggi) 4

 

 

Procedura da seguire per determinare le domande di iscrizione alla scuola primaria accettate e quali sono i Tempi Scuola attivati(limitatamente alle domande presentate alle scuole indicate come prime opzioni)

Per la determinazione del numero massimo di posti disponibili per ogni plesso, al fine di poter determinare coloro che si trovino in posizione utile per poter vedere accettata la propria domanda di iscrizione in base alla graduatoria di cui al comma 7, si procederà:

– all’assegnazione dei minori di cui al comma 2 ai plessi e alle classi;

– alla determinazione del numero massimo di alunni per classe, in base a quanto indicato al comma 3.

Si procederà quindi, per ogni plesso, secondo i punti seguenti:

a. Conteggio del numero di domande di iscrizione

– Nel caso in cui siano in numero minore o uguale ai posti disponibili si considerano accettate tutte (senza però dare garanzie in merito all’accettazione contestuale del Tempo Scuola richiesto).

– Nel caso in cui siano in numero superiore ai posti disponibili, per l’accettazione o meno delle domande di iscrizione ci si atterrà a quanto indicato al comma 6 e la Commissione di cui al comma 1 si esprimerà per risolvere eventuali situazioni non previste.

– Nel gruppo delle domande in posizione utile per essere accettate, verranno contate quante ce ne sono per ognuno dei Tempi Scuola indicati.

b. Determinazione di quali Tempi Scuola attivare.

A tal fine si terrà conto dei seguenti aspetti:

– in riferimento al Tempo Scuola a 24 ore settimanali tale richiesta da parte delle famiglie verrà presa in considerazione solo in presenza di un numero di alunni che renda possibile la formazione di una classe;

– i modelli orari a 27 ore settimanali e a 28 ore settimanali verranno conteggiati come un unico modello, visto la modalità di realizzazione di entrambi (27 ore suddivise in 5 ore per 4 giorni e un giorno di 7 ore senza refezione scolastica e 28 ore suddivise in 5 ore per 4 giorni e un giorno di 8 ore con servizio mensa);

– in riferimento al Tempo Pieno verrà garantita, purché in presenza di almeno 15 alunni, l’attivazione di una classe prima in ciascuno dei seguenti plessi: G. B. Casti, G. Rodari, Villaggio 1° Maggio;

– se in un plesso le domande si dividono nella scelta tra più tempi scuola, verranno attivati (a parte il Tempo Pieno per il quale vale quanto scritto in precedenza) i tempi scuola per i quali sono state ricevute più richieste (a maggioranza) in relazione al numero di classi realizzabili in base agli spazi della scuola;

– per quanto riguarda il plesso di Gaiofana, per l’anno scolastico 2020-2021, verrà attivata in via sperimentale una classe prima a Tempo Pieno se questa sarà l’opzione scelta dalla maggioranza dei genitori all’atto dell’iscrizione.

– nelle scuole dove, oltre al Tempo Pieno, si attiveranno altre 2 classi e il numero delle richieste relative al modello a 24 ore fosse superiore o uguale a 15, si attiverà la classe corrispondente solo se, nello stesso plesso, le domande inerenti ai modelli a 27-28 siano inferiori al doppio dei richiedenti il modello a 24 ore (es. modello a 24 ore: 16 domande – modello a 27: 30 domande);

– in caso di parità tra le richieste di diversi modelli orari si prenderanno in considerazioni le eventuali seconde scelte, in caso di ulteriore parità il Dirigente, sentite le insegnanti di plesso, deciderà quale tempo scuola attivare.

 c. Esame delle domande dei tempi scuola richiesti

Una volta determinati quali tempi scuola verranno attivati si riprenderanno in esame le domande per quanto riguarda i tempi scuola richiesti:

– per le domande di iscrizione relative ad un modello orario che non potrà essere attivato si considereranno valide, in ordine, le scelte successive;

– in caso di eccedenza di domande per un particolare tempo scuola si formerà una graduatoria per ogni tempo proposto (per i modelli a 24, 27, 28 ore si utilizzeranno i punteggi della graduatoria “generale” di cui al comma 6; per il modello a 40 ore si utilizzeranno i punteggi per la graduatoria specifica del Tempo Pieno di cui al comma 7) e coloro che si troveranno in posizione non utile per accedere all’orario richiesto verranno chiamati a scegliere tra quelli attivati;

-limitatamente alle scuole dove verrà attivato il Tempo Pieno si potranno verificare i seguenti casi:

(i)- nel caso il numero di coloro che non hanno chiesto il Tempo Pieno ecceda il numero di posti disponibili, si considerano quelli che in base alla graduatoria generale si trovano in posizione utile rispetto al numero totale di posti disponibili, ma non si trovano in posizione utile rispetto al modello orario scelto. A questo punto si considera se fra i modelli orari scelti in ordine successivo c’è anche il tempo pieno, nel qual caso si trasferiscono al Tempo Pieno, altrimenti si contatta la famiglia per chiedere di venire a modificare la domanda indicando come modello orario il Tempo Pieno, oppure si comunica che la domanda non può essere accettata e che quindi la domanda verrà passata alla seconda scuola indicata. In quest’ultimo caso si procede con la graduatoria generale fino a occupare tutti i posti disponibili per il Tempo Pieno;

(ii)- nel caso il numero di coloro che hanno chiesto il Tempo Pieno ecceda il numero di posti disponibili, si considerano quelli che in base alla graduatoria generale si trovano in posizione utile rispetto al numero totale di posti disponibili, ma in base alla graduatoria del Tempo Pieno non si trovano in posizione utile rispetto al numero di posti disponibili. A questo punto si considera se fra i modelli orari scelti in ordine successivo c’è uno dei tempi che verranno attivati in base alle richieste. Nel qual caso si trasferiscono all’altro tempo richiesto, altrimenti si contatta la famiglia per chiedere o di venire a modificare la domanda indicando come modello orario l’altro tempo che verrà attivato, oppure si comunica che la domanda non può essere accettata e che quindi la domanda verrà passata alla seconda scuola indicata. In quest’ultimo caso si procede con la graduatoria generale fino a occupare tutti i posti disponibili per l’altro tipo di modello orario che verrà attivato.